Gianco e neigro

Il gianco e neigro è uno straordinario piatto della tradizione popolare ligure ormai, purtroppo, quasi dimenticato. Il nome dialettale significa bianco e nero, per le diverse tonalità di colore dovute ai differenti tipi di interiora dell’agnello, e si preparava prevalentemente nel periodo pasquale quando era usanza delle famiglie riunirsi attorno a questo delizioso piatto dall’inconfondibile aroma.

Preparazione del gianco e neigro

Preparazione del gianco e neigro

00:30
00:10
00:20

3 Coperti

Ingredienti

  • Interiora di un agnello (pomoni, budelline, milza, fegato, cuore e coratella)
  • Uno spicchio d’aglio
  • Farina
  • Uno scalogno
  • Olio Evo
  • Un rametto di rosmarino
  • Un bicchiere di vino bianco
  • sale

Istruzioni

  1. Si lavano accuratamente le interiora e le si lasciano riposare qualche minuto in acqua fresca.
  2. In una padella si mette a soffriggere lo scalogno, il rosmarino e lo spicchio d’aglio, quindi, dopo averle ben scolate ed infarinate, si aggiungono le interiora.
  3. Dopo averle fatte ben rosolare si toglie il rosmarino e lo spicchio d’aglio e si versa il vino bianco facendolo sfumare interamente.
  4. Proseguire la cottura per una decina di minuti aggiungendo acqua calda o del brodo di verdura.

Google+TwitterFacebook

Lascia una risposta